Home > Un casino pazzesco lele battista

Un casino pazzesco lele battista

Un casino pazzesco lele battista

Se questo fosse un sogno non avremmo la forza di rincorrere la nostra coscienza che si allontana la lasceremmo andare nell'illusione che non ci serva più. Pensa se lo sapessi io che il pilota è ubriaco vola verso un miraggio che gli appare e scompare. Pensa se lo sapessi io che la vita sfugge che talvolta il sole tra le molte nuvole che la poca luce e poi ancora il buio ed in fondo là tra le molte nuvole l'azzurro. Potessi preferire il modo che abbiamo di mentire il gioco di parole in equilibrio sull'inesprimibile. Vorrei fermare il tempo in questo istante immenso In cui infinito e punto coincidono Vorrei fermare tutto in questo luogo immenso Dove tutto e nulla si toccano si toccano.

Rendersi conto che è tutto costruito il mio rapporto col tradimento coi soldi e con il tempo solo l'amore è un istinto irrefrenabile. Nutrire la propria mente ha a che fare col suolo immobile con l'impossibilità di avere un senso. Le case cadono nell'inverno i boschi cadono nell'inverno le menti cadono nell'inverno le parole cadono nell'inverno. Sono una parte di me chiamo esperienza la diffidenza che ho verso di te quando sono agitato divento sincero d'altra parte sono io almeno in parte. Perchè per me non ha senso per me non ha senso per questo non penso l'insensibilità degli altri è troppo facile sentirsi tardivi sentirsi traditi dal tempo galleggiare nell'etere arido schivo alla scoperta di sentire un assurdo vuoto dentro.

Il mutevole confine dell'eccesso a seconda della situazione per cambiare punto di vista punto di osservazione per usare un'espressione diversa concentrarmi sulla distrazione per usare un'espressione diversa strafarmi di luce del sole e se piove campionare i tuoni. Ho perso la voglia di andare incontro al tuo silenzio di mettermi in un angolo di fianco a sentire che hai bisogno di star meglio a subire il tuo bisogno di star meglio io credo che qualcosa si sia rotto non c'entrano questioni d'orgoglio ho perso la voglia di stare con te ho perso la voglia di stare con te la voglia di essere uno dei tuoi errori.

Amore folle Sole che esplode Angelo che asciuga le sue ali Cuore incompreso che si solleva e dice: Cosa mi succede? In volo con ali di carta sono fragile quante storie tristi sento raccontare che aprono un canale dentro me. Solo un mostro seme di noia Rode la mia gioia da punta a punta Sempre più disordine lasciamo Quando scivoliamo. Ma dove credevo di andare? Se dimenticassi sempre, tra quello che ti devo, qualcosa di inespresso in fondo alle parole? Io sono stato salvato da nuove illusioni che il mio desiderio hanno un po' riparato continuo a sognare che va tutto bene mi do un'occasione per non soffocare.

Ti ho chiesto: Descrivi questo attimo tu che distingui il bene dal male e del mio quotidiano affanno qualcosa sappimi dire. Difendi questo attimo trova una dimensione di piacere anche se arrivi da un brutto sogno e il cielo sta per tuonare. C'è un mistero diverso nei tuoi occhi alieni basta guardarti per capire che hai sogni d'oceano una volta richiusi i mari aperti. Le occasioni che pèrdono Sono le occasioni che perdono te e non viceversa è la società che non si rialza se non con la tua purezza è il tempo che perde te mentre ti accorgi di pensare ad altro incerto se non corri verso il futuro incerto Il vento spira fresco verso di te non sanno le occasioni che cosa si perdono Sono le scelte che non fanno te e si nutrono dei tuoi rimorsi è la maschera che indossi che si fa bella di te è l'inconscio che gioca a sfuocarti i ricordi è il grido soffocato che hai dentro il tuo ultimo alibi Il vento spira fresco verso di te non sanno le occasioni che cosa si perdono.

Da un'altra parte Sono sempre più da un'altra parte sempre più da un'altra parte Sono sempre più da un'altra parte sempre più distante Mi pettino, preparo l'incontro ho ancora fiducia ma tutto già dice che è tardi Tutto è lontano da me Sono sempre più da un'altra parte sempre più da un'altra parte Sono sempre più da un'altra parte sempre più distante Assente al presente tra viaggi e riunioni tra suoni e visioni Sono sempre più da un'altra parte sempre più da un'altra parte Sono sempre più da un'altra parte sempre più distante Destinazioni inganni, visioni neanche un miraggio, niente illusioni tutto è lontano da me Sono sempre più da un'altra parte sempre più da un'altra parte Sono sempre più da un'altra parte sempre più distante Assente al presente tra viaggi e riunioni in che condizioni.

Se lo sapessi io Pensa se lo sapessi io che il pilota è ubriaco vola verso un miraggio che gli appare e scompare Pensa se lo sapessi io che la vita sfugge che talvolta il sole tra le molte nuvole che la poca luce e poi ancora il buio ed in fondo là tra le molte nuvole l'azzurro. Sull'inesprimibile Potessi preferire il modo che abbiamo di mentire il gioco di parole in equilibrio sull'inesprimibile nei nostri pensieri di etereo c'è poco eppure mi sento leggero mi sto divertendo davvero si apre una porta alla gioia ed una ad un profondo senso inquieto i raggi del sole muovono l'anima come una fuga d'amore.

Il nido il nido tra il ponte e l'ascensore a doppio isolamento dal freddo e dal rumore fondato sul cemento me lo ricordo quando se non ci sei c'è il temporale riporta cose buone non solo le sconfitte non solo il treno che ho smesso di aspettare non solo il tuo bel nome non solo il mio buon cuore riporta l'artificio la cella rinfrescante delle tue parole se il tuo abbraccio è una prigione spero di essere condannato ai tuoi capelli essere legato dalle tue labbra pende il mio significato l'incendio i fuochi di artificio le cose che mi hai dato e non ti ho restituito nessun gioco di sguardi di avremmo noi potuto sono meno testardo e combattuto se il tuo abbraccio è una prigione spero di essere condannato ai tuoi capelli essere legato dalle tue labbra pende il mio significato.

Profondamente dentro Le case cadono nell'inverno i boschi cadono nell'inverno le menti cadono nell'inverno le parole cadono nell'inverno chissà che qualcuno non cominci a pensare alla neve che continua a cadere al freddo che comincia a sentire profondamente dentro le cose cadono nell'inverno le persone cadono nell'inverno la città cade nell'inverno tu cadi nell'inverno chissà che qualcosa non cominci a cambiare che la febbre tenda a svanire che la musica continui a girare profondamente dentro. Attento feat.

La voglia di stare con te Ho perso la voglia di andare incontro al tuo silenzio di mettermi in un angolo di fianco a sentire che hai bisogno di star meglio a subire il tuo bisogno di star meglio io credo che qualcosa si sia rotto non c'entrano questioni d'orgoglio ho perso la voglia di stare con te ho perso la voglia di stare con te la voglia di essere uno dei tuoi errori non sai che la passione non ti fa sentire la fame nemmeno la poesia ci potrebbe riavvicinare ora che quello che ti provoco è l'urgenza di lasciarmi fuori dalla tua coscienza e credo che qualcosa si sia rotto non c'entrano questioni d'orgoglio ho perso la voglia di stare con te ho perso la voglia di stare con te la voglia di essere uno dei tuoi errori.

Tutto strappato Cosa mi succede? Quando mi mento Se dimenticassi sempre, tra quello che ti devo, qualcosa di inespresso in fondo alle parole? Intese Ti ho chiesto: Qual è il criterio con cui sono state scelte? Ho scelto quelle che mi sembravano più ispirate e sincere, in cui mi riconosco in ogni sillaba e in ogni suono. Sentendo il tuo disco, mi è sembrato, a volte, che il mondo si capovolgesse. Sono davvero le occasioni a perdere noi e non il contrario? Come ti è venuta questa idea? Ho chiesto anche che si scambiassero gli strumenti, Giorgio Mastrocola ad esempio ha suonato molto i sintetizzatori.

Hai avuto riferimenti musicali o di altro tipo che ti hanno ispirato durante la composizione delle musiche e dei testi? I tuoi testi sono sempre molto introspettivi e sembrano aver preso in prestito qualcosa sia dalla Psicoanalisi che dalla Filosofia. Mi piace condividere la mia musica , le collaborazioni sincere ti portano in territori che non avresti mai esplorato , a soluzioni inaspettate , a vere e proprie sorprese creative. Hai lavorato molto con Morgan, sia quando facevi parte dei La Sintesi sia in altre occasioni; ricordiamo ad esempio che hai lavorato con lui ad X Factor.

Cosa ti è rimasto dei tempi del gruppo? E cosa di X Factor? Siete sempre in contatto? Il tema del Tempo che passa è molto presente nelle tue canzoni, soprattutto in quelle di questo ultimo lavoro. Qual è il tuo rapporto con il Tempo? Lo seguo ma è sempre più scollegato dalla realtà, dalle scene musicali , sembra che chi lo organizza non si renda conto del fatto che ci sono nuovi artisti che riempiono i palazzetti , che ignorano completamente, e vecchi e nuovi artisti che svuotano le piazze, ma che per qualche strano motivo a loro va di promuovere.

È completamente assurdo non inserire nemmeno un rapper o un rappresentante delle nuove scene musicali , equivale ad allontanare il pubblico. Qual è il tuo rapporto con i social media? Non appari molto su Facebook, Instagram, Twitter… Non ti piace come mezzo di comunicazione o altro? Lo subisco. Lele, come si fa ad alzarsi ogni giorno essendo musicisti dalle teste pensanti in questo periodo storico ricco di falsi miti e superficialità? Acquista su Amazon. Sono giornalista e presto psicologa.

Un casino pazzesco, a song by Lele Battista on Spotify

Un casino pazzesco. By Lele Battista. • 1 song, Play on Spotify. 1. Un casino pazzesco. Featured on Mi do mi medio mi mento. Stream LeLe Battista - Un casino pazzesco by Parola Cantata Dischi from desktop or your mobile device. Leggi il testo completo Un casino pazzesco di Lele Battista tratto dall'album Mi do mi medio mi mento. Cosa aspetti? Entra e non perderti neanche una parola!. LeLe Battista invece, pur essendo un Artista dalle lettere maiuscole, viene scelto, ogni giorno e sempre di più, da chi di musica fruisce in modo del tutto. Un Casino Pazzesco testo canzone cantato da Lele Battista: Mi esplode il cervello mi scoppia e nel terrore che generano i mostri mi rinchiudo in un. Un casino pazzesco – testo LeLe Battista e Elisabetta Molica Barbari – testo LeLe Battista e Mauro Ermanno Giovanardi produzione esecutiva LeLe Battista per. 'MI DO MI MEDIO MI MENTO' è il nuovo album di Lele Battista, ex cantante de La Sintesi, produttore, musicista e raffinato autore, al suo terzo.

Toplists