Home > Termini del poker

Termini del poker

Termini del poker

Nut hand: O [ modifica modifica wikitesto ] Odds: Il loro calcolo è fondamentale per decidere l'entità delle puntate. On tilt: Open ended straight draw: Si ha, ad esempio, se si hanno in mano 10 e J ed il flop è Q 4 K; in tal caso potrebbe ad esempio uscire un A e completare la scala verso l'alto oppure un 9 e completarla verso il basso. Out poker: P [ modifica modifica wikitesto ] Paperelle: Opposto al giocatore aggressive.

Pocket cards: Pocket pair: Poker face: Posizione poker: Ha notevoli implicazioni nella strategia di gioco, tanto da risultarne uno dei fattori principali e più importanti. Posizione in: Pot Odds: Premium hand: R [ modifica modifica wikitesto ] Rabbit Hunting: Nei tornei più importanti è un'opzione prevista molto raramente. Royal Flush: Run, going on a: Avere un buon punto ma non rilanciare per tenere più giocatori possibile nel piatto ed eventualmente provocare bluff.

Short stack: Showdown poker: Showdown Value: Sit'n'Go Tournament: A volte abbreviato in SNG. Sit out: Il giocatore in sit out pagherà comunque i bui e gli inviti, e le sue mani saranno automaticamente foldate. Slowplaying o slowplay: Small Blind o piccolo buio: Lo punta il giocatore all'immediata sinistra del dealer. Smooth call: Slow playing. Split Pot: Avrà poi la possibilità di parlare per ultimo, a carte viste.

Suck Out: Suited connectors: Super System: T [ modifica modifica wikitesto ] Tell: Opposto a loose. Three of a kind: Three bet: Top pair: Top two-pair: U [ modifica modifica wikitesto ] Underdog: Under the gun o UTG: In quanto tale, è il primo giocatore a parlare ad inizio mano. V [ modifica modifica wikitesto ] Value bet: W [ modifica modifica wikitesto ] Walk: Si svolgono annualmente a Las Vegas , e si disputano tornei in tutte le specialità e varianti del poker ; il vincitore Main Event ufficialmente: Bibliografia [ modifica modifica wikitesto ] Dario De Toffoli, Il grande libro del poker: Collegamenti esterni [ modifica modifica wikitesto ] Dizionario del Poker— Glossario e Lista dei Termini it.

Estratto da " https: Glossari di Wikipedia Terminologia del poker. Categorie nascoste: Liste in aggiornamento Voci con modulo citazione e parametro pagine. Autorizzo Non Autorizzo. Il linguaggio del poker per un giocatore inesperto non è semplice e spesso ci si chiede cosa voglia indicare un determinato termine, o acronimo. Ecco un glossario con tutti i termini pokeristici del texas holdem e le relative spiegazioni. Aiutateci a migliorarlo suggerendoci parole e significati attraverso Facebook o ItaliaPokerForum! Vedi Blinds structure. Cercare di mandar via tutti gli avversari da un piatto avendo un punto debole. Puoi fare il bluff chiamando check o vedendo come se avessi una mano mediocre, al contrario un rilancio troppo alto potrebbe impaurirli troppo presto.

In qualunque modo, il bluff porta al gioco un nuovo elemento di divertimento. Vengono bruciate per prevenire il riconoscimento di eventuali carte segnate. Nei tornei, nelle case da gioco e nelle poker room, ai tavoli ci sono dei dealer professionisti che dispensano le carte ai giocatori. Nelle partite casalinghe di solito, le carte sono distribuite dal giocatore di turno sul bottone.

Per esempio, immaginate che dopo il flop il vostro avversario faccia check e che voi facciate bet con un progetto di scala o di colore. Il vostro avversario chiama, ma fa check di nuovo al turn: Questa differenza è data principalmente dai differenti range assegnati alla posizione dei giocatori. Ad es. Per definire due carte NON dello stesso seme, normalmente si pospone una o minuscola al valore delle stesse: Si dice quindi che il piatto pot vi offre odds per 5: Es AA o KK sono premium hand. Rabbit Hunting: Richiesta di vedere le restanti community cards che sarebbero state distribuite, in caso di mano già conclusa.

Il cheater, in inglese, è il baro, colui che intenzionalmente viola le regole per trarne vantaggio. Consente di restare in gioco in una mano senza dover effettuare altre puntate o rilanci, ma solo quando il player gioca per primo nella mano o se il giocatore che lo ha preceduto ha già fatto check. Tattica messa in atto per rappresentare all'avversario grande forza del proprio punto allo scopo di arricchire il piatto qualora il punto fosse realmente forte o di rubare il piatto in caso contrario.

Le chips utilizzato quasi sempre al plurale sono i gettoni che sostituiscono il denaro reale sui tavoli da gioco e sono usati per effettuare le puntate. Il chip race è un'operazione compiuta dalla direzione del torneo durante i tornei di poker, soprattutto quelli con bui crescenti come il Texas hold 'em , in cui le chips di valori che non sono più necessari in quanto i bui attuali e futuri sono più facilmente riprodotti con chip di valore più grande sono rimosse dal gioco.

Questo ha l'effetto di ridurre il numero di chips fisiche davanti a ogni giocatore, e rende più facile per i giocatori il conteggio del proprio stack e delle loro puntate. Pratica vietata, che consiste nel chattare di due o più giocatori per scambiarsi informazioni relative ad una mano in corso alla quale stanno prendendo parte, per ottenere una migliore visione del tavolo e decidere come comportarsi a svantaggio degli avversari. Il coin-flip tipico è rappresentato da una coppia nella mano di partenza di un player e due carte superiori per il suo avversario ad esempio, vs. Nella fase post-flop il cold call è effettuato dopo il raise che seguiva una prima puntata bet.

Termine raramente utilizzato per indicare la "Fee" o il "Rake" vedere voci relative. Termine che indica due carte consecutive, come ad esempio, , J. Termine utilizzato con riferimento ad un board vedere voce relativa che presenta diversi progetti. Il fatto stesso che ci fosse una sola mano più forte di quella posseduta dal primo, a dispetto delle tante che avrebbe potuto battere, rende la mano un colpo imparabile, vale a dire proprio un cooler. Due carte dello stesso valore rappresentano una "coppia", come ad esempio J-J due Jack. Per conoscere i punti realizzabili nel Poker, suggeriamo di consultare la pagina "Le Basi e i Punti del Poker".

Ad esempio, con 7 - 8 su un flop con 5 - 6 - 9 si ha già una Scala. Se al turn viene girato un 7, la propria mano si svaluta al punto da diventare quasi senza valore. Per conoscere meglio la leggenda di Wild Bill, è possibile leggere un articolo dedicatogli qualche tempo fa sul nostro Blog. Espressione utilizzata per indicare come mano di partenza 9 - 5. Vedere anche le voci "Continuation Bet" e "Triple Barrell". Espressione utilizzata per definire un progetto di Scala con un doppio incastro. Ad esempio, con Q - 10 nelle proprie hole cards e un flop che ha mostrato 9 - 8 - 6, si ha una doppia possibilità di chiudere la Scala, con uno dei 7 o con uno dei J.

Il "double up" è il raddoppio del proprio stack. Si verifica generalmente dopo la vittoria di un all-in durante una partita No-Limit, contro un giocatore che ha uno stack almeno pari al proprio. Il suo contrario, il periodo di varianza positiva, è detto upswing vedere voce relativa. Aggiungiamo una curiosità: Espressione che indica le prime posizioni alla sinistra dei bui che, nelle descrizioni delle mani, viene spesso abbreviata con le sole iniziali, EP.

Potrebbe quindi essere sinteticamente definita come la porzione di piatto infatti è anche indicata con il termine di pot equity che ci si aspetta di vincere nel lungo periodo facendo sempre la stessa azione in situazioni uguali. Il concetto di Equity è strettamente legato a quello di Expected Value EV, vedere la voce relativa ed è fondamentale per la determinazione delle proprie scelte.

Si tratta di un concetto matematico fondamentale nel Poker, in quanto cercare di prendere quante più decisioni a valore atteso positivo è importantissimo per vincere nel lungo termine. Se un giocatore va all-in per 60 Euro su un piatto da 50 Euro, bisognerà aggiungere 60 Euro per un piatto da Euro. Espressione utilizzata per identificare la prima carta girata dal dealer sul flop. Ad esempio, si usa dire: Ad esempio, in un torneo dal buy-in di Euro, le due quote saranno riportate accanto: Le partite Fixed Limit sono quelle in cui le puntate sono predefinite diversamente da quanto accade nelle partite Pot Limit e No Limit. Combinazione di 5 carte data da un tris e una coppia. K-K-K tre Re e due quattro.

Probabilmente deriva da Giulio Cesare, generale, console, dittatore, oratore e scrittore romano. Intero ammontare della puntata minima versata dal secondo giocatore alla sinistra del mazziere.

Glossario del poker - Wikipedia

Blind, Freeroll, Hold'Em, All In: impara tutti i termini ufficiali e diventa un giocatore di Poker pro!. Termini ed espressioni del poker usati ai tavoli, con definizioni dettagliate per migliorare la tua comprensione del gioco del poker. C'è chi a questa domanda si è scagliato contro chi ha avuto l'ardire di porgliela, eppure non si tratta di insulti, ma di alcuni tra i termini più comuni del poker. Informazioni utili ed elenco dei termini principali utilizzati nel poker italiano: buio, grande buio, piatto, mazziere, parole, cip, e molti altri. Un ampio dizionario del poker con lista dei termini, gergo specifico e glossario. Tutto corredato da esempi specifici di utilizzo dei termini meno comuni. Questa pagina comprende il Glossario del poker, con i suoi termini più utilizzati nelle varie specialità. Si consiglia di consultare inoltre la pagina: punti del poker. Sei un neofita del poker e vorresti capire tutta la terminologia che hai sentito finora? Sei nel posto giusto. Qua sotto troverai un glossario facile da capire, con le.

Toplists